Wesak

E’ stata un’esperienza che definirei… vibrante. Il Wesak è una ricorrenza buddista ma che può riguardare tutti in cui si irradia l’energia, come una benedizione, valida per tutto l’anno. Per me il Wesak è stata anche l’occasione per una gita a Verona. Non avevo mai assistito alla recitazione dei Sutra, ed è stato penetrante. Ha toccato corde molto profonde e … Continua a leggere

Cuore

Mi sembra di avere una palla di vetro piantata in gola. Potrebbe essere il dente del giudizio che mi irrita il cavo orale o forse più sinceramente è un grano di tristezza che mi si è fermato a metà del respiro. Dovevo restare in silenzio ed invece ho parlato, ho sbucciato il mio cuore e l’ho appoggiato su un piatto … Continua a leggere

Frutta estiva

Ho appena mangiato la prima albicocca della stagione. Ho espresso un desiderio ispirandomi al nome del frutto. Il sapore me lo sono dovuto inventare perchè non sapeva proprio di niente. Non vi annoierò con i discorsi che non ci sono più i prodotti di una volta e dovremmo tornare tutti al biologico evitando gli ogm. Queste sono cose che penso … Continua a leggere

jazz

Il concerto di Sergio Cammariere è stato sorprendente. Non solo per la poesia dei suoi pezzi, che già conoscevo, ma per la musica che ha saputo creare insieme ai musicisti, meravigliosi, che lo accompagnavano. La sorpresa più grande è stata ritrovar anche qui il grande Fabrizio Bosso. Lo avevo sentito per la prima volta al concerto di Mario Biondi e … Continua a leggere

Sfonduta

Durante il mio Natale omeopatico mi ero fissata con l’acquisto della fonduta al cioccolato della Novi. Una volta aperta la scatola ero rimasta abbastanza delusa dell’acquisto, anche abbastanza costoso devo ammettere, e vevo accantonato in un angolo il tutto. Qualche sera fa ero in casa con l’amica SW a smangiucchiare fragole dopo la pizza quando è tornato fuori il discorso … Continua a leggere

Io scrivo

Anaa aktubu… Bè digitato sulla tastiera non rende ma vergato su carta bianca è tutta un’altra cosa! Non capite? vi sembra che stia parlando arabo? bè è esattamente di questo che si tratta. Significa “Io scrivo”. Scrivo in arabo perchè mi sono innamorata della grafia, anche se è una lingua difficile da imparare. Scrivo in italiano perchè amo le parole, … Continua a leggere

Cerchio

Nel silenzio trovo le parole giuste per pensare. Al buio trovo i colori buoni per brillare. Il respiro trova spazio nell’immobilità. Nel digiuno riconosco i sapori. Nel vento riconosco la mia voce. In una lacrima c’è tutto il mare. Nell’ascolto c’è tutto ciò che voglio dire. Nella scrittura si nascondono i fogli bianchi. Nella polvere si riposano i gioielli. In … Continua a leggere

Tibet

La voglia di ascoltare le parole di un monaco tibetano che parla di sè e del suo Paese è stata più forte della stanchezza e della difficoltà di comprendere il suo inglese perchè le sue parole e il suo sguardo tranquillo mi hanno dato tanto. In un momento in cui il Tibet ha bisogno di tutta la nostra attenzione è … Continua a leggere

Desideramare

Amare non toglie se è amore pulito. Amare senza aver bisogno dell’amato è amore libero. Amare anche i suoi difetti perché è amare è accettare. Amare è gioire della sua presenza, senza odiarlo quando se ne va. Amare anche se lui non capisce. Desiderare è il fuoco che mi accende. Desiderare è fame del suo respiro. Desiderare mi sfinisce, e … Continua a leggere

Che tutto scorra

Mentre scrivo ascolto il cd di Sergio Cammariere. Da quando l’ho comprato continuo ad ascoltarlo con emozione. Tra un paio di settimane andrò a vederlo in concerto a teatro e non vedo l’ora. Ma parlando di cose che mi emozionano, ieri ho letto un libro delicatissimo e commovente che vorrei consigliare a chi come me scrive di nascosto e ama … Continua a leggere