Passeggiata sul Navile

Ieri pomeriggio il sole non previsto dalle previsioni mi ha spinto ad uscire di casa con l’amica Sw per avventurarmi lungo una passeggiata per me inedita. Ti porto sulle sponde del Navile alla scoperta della Bologna fluviale, ho detto a Sw. Lei ha accettato senza fare domande. Siamo partite a piedi da casa mia e ci siamo incamminate lungo la … Continua a leggere

Buon compleanno Pa’

Bè se non era mia mamma a ricordarmelo io mi scordavo sempre di fargli gli auguri. Per assurdo quest’anno me ne sono ricordata da sola. Oggi non ne abbiamo parlato. Non ce n’era bisogno. Meglio così. La vita è talmente veloce a volte che riesce a stravolgere tutto senza chiedere permesso.  

Appiccica

Piove appiccicosamente. L’umidità macchia il mio umore di grigio. Dovrei essere contenta almeno per tre o quattro  motivi ma stanotte ho dormito male e il cielo oggi brontola di tuoni all’unisono con me. Dunque, le cose carine di cui dovrei essere contenta sono: – sono appena entrata in possesso del mio nuovo MacBook usato, bianco e bellissimo – anche oggi … Continua a leggere

Pausa attiva

 Nel silenzio della mente contemplo il tempo arrestarsi. Seguo un un dito la linea della vita sulla mia mano destra. E’ breve. Bevo un bicchiere d’acqua per smentire la profezia. Brusio intorno. Riunioni diverse negli uffici accanto. Io rubo una parentesi al lavoro per rendermi conto che è vita anche quando aspetti. Un’occhiata all’orologio. Voglia d’evasione verde. Le ferie pizzicano sotto … Continua a leggere

Frutta pulp

Mia madre, che di dedicarsi all’ozio non è proprio capace, a differenza di me, stamattina mi ha coinvolta nella sua produzione di marmellate. Mi ha messo davanti due belle ciotole e un cesto di ciliegie. Poi mi ha messo in mano uno snocciolatore di olive e mi ha detto “Dai aiutami”. Così ho passato la mattinata a obliterare frutti rossi. … Continua a leggere

Ciliegie

Mangio ciliegie in questo momento. Sono ciliegie buonissime, anche perchè le ho raccolte con le mie mani. Le staccavo dal ramo e me le infilavo direttamente in bocca! Non avevo mai vissuto l’esperienza di raccogliere la frutta. E’ stato molto appagante. I filari di ciliegi sfoggiavano rami colmi di frutti rossi fino in basso, alla mia altezza. Potremmo definirlo un … Continua a leggere

La sindrome di Dobby

Chiunque abbia letto HP forse sa di cosa sto parlando. La sindrome di Dobby è quella sensazione di indossare uno stracetto e valere come tale. Con la sindrome di Dobby ti viene voglia di sbattere la testa contro al muro perchè ami disperatamente una persona e non riesci a renderla felice come vorresti. Con animo servizievole ti affanni per aiutare … Continua a leggere

Alterego

Il mio alterego si chiama Antica: è un nome talmente moderno che sembra antiquato. Aveva anche un cognome ma se lo è dimenticato. Antica è una scrittrice. Ma nel tempo libero danza. Le piace viaggiare con lo zaino sulle spalle. Ha vissuto per qualche hanno in Giappone dove per mantenersi infilava perline. Creava oggetti assolutamente inutili ma molto belli. Antica … Continua a leggere