Domenica pomeriggio

L hi i pensieri e le lenzuola stropicciate. F le accarezza le tempie, con le dita attraversa i suoi capelli indisciplinabili e le sorride. Va tutto bene. Le mani parlano col codice del silenzio.  In giornate così non c’è bisogno nè di parole, nè di vestiti. Si può rimanere nudi ad ascoltare il respiro di una città che non ha … Continua a leggere

Carbonara

L’acuqa bolle, cala gli spaghetti. La cottura della pasta scandisce il tempo di preparazione. In una padella olio e cipolla a soffriggere in attesa dei cubetti (questa volta) di speak che ci saltano dentro qualche istante dopo. In una fondina il cuore rosso di due uova fresche, quelle buone comprate sfuse. Appena lo spaghetto è cotto al punto giusto inizia la … Continua a leggere